Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pescara Basket: la fase ad orologio si chiude con una sconfitta

Biancazzurri k.o. nel derby contro l'Amatori. I play-off partiranno l'8 maggio

Condividi su:

Niente da fare per la Pescara Basket, che nell'ultimo atto della fase ad orologio escono sconfitti dal derby stracittadino con l'Amatori Pescara al termine di una partita difficoltosa nei primi due periodi, durante i quali Captianelli e compagni hanno accumulato il passivo che non sono più riusciti a recuperare.

L'avvio è tutto per i padroni di casa, che si portano sul 17-5 dopo otto minuti di gioco, sfruttando i numerosi errori dei biancazzurri in fase offensiva. Grosso prova a dare la scossa ai suoi, ma l'Amatori controlla senza particolari difficoltà il margine accumulato, chiudendo la prima frazione sul 22-13. Nei secondi dieci minuti la musica non cambia, nonostante una fiammata di Di Diomede consenta agli ospiti di riportarsi sul -5 (22-17), con la squadra di coach Castorina che, grazie soprattutto ad un Di Salvia ispirato dall'arco riesce a tenere a distanza Capitanelli e compagni, che al 17' minuto inseguono di ben diciassette lunghezze sul 34-19, proseguendo nelle enormi difficoltà in fase offensiva nei restanti 180 secondi non miglioreranno, con un canestro a fil di sirena di Di Donato che manda le due squadre all'intervallo lungo sul 40-21.

In avvio di ripresa Del Sole, Masciopinto e Pucci provano a dare la scossa ai biancazzurri, che riescono quasi a dimezzare il distacco rientrando fino al -11 sul 50-39 al 27'. La squadra di coach Vanoncini, salita prepotentemente di colpi in difesa, avrebbe anche diverse occasioni per ridurre ulteriormente il distacco, ma è sfortunata in alcune sue conclusioni, con il punteggio che resta invariato allo scadere della terza frazione. Nell'ultimo quarto i biancazzurri ci provano in tutti i modi a riaprire completamente i giochi ma non riescono a scendere al di sotto della doppia cifra di svantaggio almeno fino a tre minuti dalla sirena (57-48) con una tripla di Pichi che taglia definitivamente le gambe alla squadra di coach Vanoncini, la quale alza bandiera bianca.

Si chiude sul 64-54 con i biancazzurri che quindi chiudono in seconda posizione con un bilancio di quindici vittorie e sette sconfitte, ottenute alla media di 68,9 punti realizzati e 63,9 subiti, confermandosi di gran lunga la difesa meno battuta del torneo.

Adesso quattro settimane di stop per la squadra di coach Vanoncini, che in virtù della seconda posizione entrerà in scena nei play off a partire dai quarti di finale, che scatteranno l'8 Maggio. L'avversaria di Capitanelli e compagni verrà fuori dalla sfida tra Robur Osimo, terza classificata nel girone Marche-Umbria, e Vasto Basket, sesta del girone Abruzzo-Molise.

AMATORI PESCARA 1976-PESCARA BASKET 64-54 (22-13; 40-21; 50-39)

AMATORI: Martinelli, Silveri n.e., Mazzarese 13, Dondur 11, Di Donato 5, La Torre n.e., Schiavoni 2, Di Salvia 19, Pichi 3, Kordis 11, Peres, Raicevic n.e. Coach: Castorina.

PESCARA: Di Diomede 6, Masciopinto 11, Pucci 6, Del Principe n.e., Perella, Del Prete n.e., Capitanelli, Del Sole 11, Seye n.e., Fasciocco 5, Traorè n.e., Grosso 15. Coach: Vanoncini.

Arbitri: Servillo di Termoli (CB) e Di Bernardo di Campobasso.

Falli tecnici alla panchina Amatori Pescara al 33' ed a Pucci al 35'

Condividi su:

Seguici su Facebook