Il Pescara non sa più vincere: contro il Siena è 1-1

All'Artemio Franchi i biancazzurri passano in svantaggio con l'autogol di Frascatore poi pareggiano con Ferrari. La vetta ora è a -7, occupata dalla Reggiana che giocherà a Pontedera

| di Riccardo Camplone
| Categoria: Sport
STAMPA

Il Pescara di Gaetano Auteri non sa più vincere: allo stadio Artemio Franchi i biancazzurri, in superiorità numerica in 11 contro 10, non vanno oltre l'1-1 contro il Siena dell'ex Alberto Gilardino.

Nelle ultime 5 gare il Delfino ha vinto un solo match, quella contro la Fermana, portandosi in classifica a -7 dalla capolista Reggiana, che giocherà domani sera sul campo del Pontedera.

Il tecnico biancazzurro, rispetto alla gara contro il Modena, cambia modulo passando al 3-5-2 con l'esordio di Veroli centrale di difesa e Rauti in attacco a sostegno di De Marchi. Il tecnico Gilardino, squalificato dal giudice sportivo ed a rischio esonero, schiera lo stesso modulo con Guberti e Varela al posto degli infortunati Paloschi e Tergigi. Arbitra la gara il signor Marini della sezione di Trieste.

La prima occasione della partita è per il Siena, al 6' di gioco, con Cardoselli che viene murato da Frascatore. All'8' si vede anche il Pescara: scambio tra Memsuhaj e Nzita, il terzino biancazzurro entra in area di rigore calciando con il sinistro sul secondo palo ma la sua conclusione viene deviato in corner da Terzi. Al 23' ghiotta occasione per il Delfino: lancio di Pompetti a cercare sulla destra Zappella, il terzino mette in mezzo per De Marchi che calcia direttamente in porta ma la conclusione finisce in curva. Sei minuti dopo si rivedono ancora i biancazzurri, questa volta con Pompetti, che dai 25 metri fa partire un tiro ma finisce alto sopra la porta difesa da Lanni.

Al 32' il Siena va vicina al vantaggio: corner dalla destra battuto da Disanto, pallone in area di rigore con Terzi che si libera dalla marcatura ed impatta di testa ma la sfera termina sopra la porta. Al 36' l'arbitro Marini annulla un gol, per fuorigioco, al Siena: cross di Pezzella verso l'area di rigore, Varela si tuffa in area e colpisce di testa battendo Di Gennaro ma il direttore di gara annulla per offside.

Al 37' il Siena resta in 10 uomini a causa della doppia ammonizione ai danni di Mora per un fallo commesso su Nzita ma al 41' la Robur va vicina al vantaggio: cross dalla destra di Disanto in area di rigore per Varela che colpisce di testa a due passi da Di Gennaro, ma il portiere salva porta e risultato. Due minuti dopo altro corner per i padroni di casa, battuto sempre da Disanto, pallone in area per Bianchi che colpisce di testa, Di Gennaro con la mano di richiamo devia ancora in corner. Al 47' il Siena passa in vantaggio: Frascatore allontana di testa il pallone, recupero di Varela che calcia di prima intenzione con lo stesso Frascatore che devia e manda la sfera nella propria porta: 1-0. Il primo tempo termina con i bianconeri in vantaggio.

Nella ripresa Auteri effettua due cambi: dentro Clemenza e Ferrari al posto di Rauti e Zappella. Passano pochi minuti ed il Pescara pareggia subito i conti: Nzita crossa in area di rigore per Ferrari che schiaccia di testa il pallone e batte Lanni: 1-1. Per l'attaccante baincazzurro è il quinto gol in campionato, il primo fuori dall'Adriatico.

Al 50' Memushaj ci prova dai 25 metri calciando centralmente, Lanni para senza problemi. Al 65' arrivano altri cambi per il Delfino: fuori Memushaj e De Marchi, dentro Bocic e Marilungo. Al 75' il Pescara va vicina al vantaggio: bel filtrante di Marilungo per Clemenza, l'attaccante entra in area di rigore che calcia in porta ma la conclusione viene murata dalla difesa, non è finita perché lo stesso Clemenza serve indietro Pompetti che calcia dalla distanza ma la conclusione termina fuori. Un minuto dopo contropiede pericoloso del Siena: Varela si invola verso l'area biancazzurra, crossa sul primo palo a cercare Disanto che non impatta con il pallone che termina sul fondo. Al 90' ci prova Clemenza, dal limite dell'area, calciando sul primo palo ma Lanni para senza problemi. Un minuto dopo altro coss dalla destra di Cancellotti, pallone in area per Ferrari che colpisce di testa ma Lanni è reattivo e mette la sfera in angolo. 

Dopo 4 minuti di recupero l'arbitro manda le squadre negli spogliatoi: il Pescara pareggia a Siena, 1-1, nonostante la superiorità numerica. I biancazzurri ospiteranno domenica 31 ottobre, allo stadio Adriatico, l'Olbia mentre i toscani di Gilardino faranno tappa a Gubbio.

TABELLINO

SIENA-PESCARA 1-1

MARCATORI: 47' autogol Frascatore (P); 48' s.t Ferrari (P)

SIENA (3-5-2): Lanni; Milesi, Terzi, Farcas (81' Favalli); Mora, Bianchi, Pezzella (81' Bani), Cardoselli (66' Acquadro), Disanto; Guberti (43′ pt Marcellusi); Varela (81' Karlsson); All. Gilardino

PESCARA (3-5-2): Di Gennaro; Veroli, Cancellotti, Frascatore; Nzita, Pompetti, Rizzo, Memushaj (65' Bocic), Zappella (45' s.t Clemenza); De Marchi (65' Marilungo), Rauti (45 s.t Ferrari); All. Auteri

AMMONITI: Mora, Terzi (S); Rauti, De Marchi, Rizzo (P)

ESPULSI: Mora (S)

ARBITRO: Marini della sezione di Trieste

Riccardo Camplone

Contatti

redazione@ww.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK