Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Migranti, D'Agresta (Mdp):"Bellachioma chi vuole intimidire? Chieda scusa"

Condividi su:

Di seguito la dichiarazione rilasciata da Francesco D'Agresta, Segretario Provinciale di Articolo Uno - Mdp Movimento Democratico e Progressista Pescara, conseguentemente alle gravi esternazioni dell'On. Giuseppe Bellachioma (Lega)  apparse nella giornata di ieri sul suo profilo Facebook:

"Ieri mattina l'On. Giuseppe Bellachioma (Lega) sul suo profilo Facebook, nel rilanciare le parole del proprio leader Salvini in merito alla possibile indagine nei sui confronti da parte della Procura di Catania, ha aggiunto “Messaggio da parte della Lega Abruzzo: se toccate il Capitano vi veniamo a prendere sotto casa...occhio!!!”.

Le parole del Segretario regionale della Lega sono squadriste, gravi e pericolose.  Assolutamente inappropriate per un Deputato della Repubblica che dovrebbe, come recita la nostra Costituzione, adempiere ai suoi doveri con disciplina ed onore e non perdersi in squallide minacce. A proposito chi è che l'On. Bellachioma andrà a prendere sotto casa con i suoi sodali? Forse la Procura?

La Lega Nord non è nuova a esternazioni intimidatorie, ricordiamo il “prenderemo i fucili” di Umberto Bossi che poi invece si è rivelato più bravo nel truffare lo Stato e i cittadini con i rimborsi elettorali.

L'On. Bellachioma farebbe bene a chiedere scusa alla Procura di Catania e a tutti i cittadini della Repubblica che dovrebbe onorarsi di rappresentare e non di infangare". 

 

 

Anche l'intero Art.1 Mdp Abruzzo sull'accaduto: 

"Giuseppe Bellachioma, Deputato e Segretario abruzzese della Lega, ha espresso sui social la seguente frase: “Messaggio da parte della Lega Abruzzo: se toccate il Capitano vi veniamo a prendere sotto casa...occhio!!!”. 

Una minaccia senza precedenti rivolta alla Magistratura e a chi si oppone alle politiche di questo governo.  

Riteniamo la stessa di una gravità inaudita, con l'aggravante di essere stata espressa da un Deputato della Repubblica che dovrebbe agire rispettando ed osservando la Costituzione Italiana.

Non stupisce se il clima nel nostro Paese è ogni giorno più teso e costellato da aggressioni e violenze, tra cui quelle che il Ministro Salvini sta imponendo ai richiedenti asilo sulla nave Diciotti.

Siamo preoccupati nel pensare che questi signori aspirino a governare anche la nostra Regione, prospettiva che combatteremo con tutte le forze.

L’Italia e l’Abruzzo meritano molto di più degli slogan violenti e delle minacce deliranti di questi personaggi"  

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook