Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Trofeo Matteotti a Pescara, Sospiri "se si correrà regolarmente non è per merito della giunta Alessandrini"

Condividi su:

“Se domani a Pescara si correrà regolarmente la 69a edizione del Trofeo Matteotti non sarà merito dell’inadeguata giunta comunale Alessandrini, che per mesi ha bloccato l’organizzazione dell’iniziativa, ritenuta ‘vecchia e superata’. Se domani Pescara avrà salvato la sua ‘classica’ d’estate sarà solo per l’azione di pressing istituzionale esercitata dal centro-destra che ha obbligato la Regione a reperire le somme necessarie. Al sindaco Alessandrini invece chiediamo come mai dopo aver per mesi detto di non avere soldi da destinare all’evento, ha saputo tirare fuori dal cilindro ben 10mila euro assegnati ora alla manifestazione e trovati, guarda caso, nel fondo di riserva. Al sindaco Alessandrini chiediamo perché quella somma non sia stata erogata mesi fa ed eventualmente a cosa era piuttosto destinata, interrogativi che sono doverosi per restituire un minimo di trasparenza a una gestione sconcertante delle risorse comunali”.

A dirlo è il Capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri.

“Dal sindaco Alessandrini e dalla sua giunta comunale, a partire dall’assessore allo Sport Diodati, ci aspetteremmo l’intelligenza di tenersi lontani mille miglia, domani, dal palco del Trofeo Matteotti, un evento sportivo storico che hanno tentato, senza riuscirci, di affossare per sempre – ha commentato il Capogruppo Sospiri -. Esattamente un mese fa, il 15 giugno, infatti il patron del Trofeo aveva dovuto annunciare di aver cancellato la corsa per assenza di risorse e per l’indifferenza delle Istituzioni che, ha dichiarato, vedevano nel Trofeo un ‘fastidio, un disturbo’ di cui liberarsi velocemente. Parole che nella sostanza anche l’assessore Diodati ha ribadito in Commissione comunale, mascherando il proprio disinteresse nella ‘crisi’ finanziaria dell’Ente, che nel frattempo erogava però 15mila euro per l’Indie Rocket Festival e 35mila euro per il Festival delle Letterature".

"Ergo - prosegue - i soldi c’erano, e se non erano stati assegnati al Trofeo Matteotti era per una espressa volontà politica, peraltro confermata dai consiglieri comunali di Pd e Sel, che hanno osato definire la gara come una manifestazione ormai ‘superata, che guardano appena 100 persone’. Ma il sindaco Alessandrini non aveva fatto i conti con il centro-destra che ha guidato una sollevazione popolare contro una scelta irrispettosa, irriguardosa e inaccettabile. E, dinanzi all’annuncio degli organizzatori del Trofeo, abbiamo iniziato un pressing serrato costringendo praticamente l’assessore allo Sport Paolucci a individuare e stanziare le somme necessarie a garantire l’evento sportivo, e lo abbiamo salvato. E domani la corsa si farà, come da programma. Tuttavia restano in piedi degli interrogativi per ora ancora senza risposta: se per mesi il sindaco Alessandrini ha continuato ad affermare di non avere risorse finanziarie per sostenere la manifestazione, tanto da poter garantire solo un appoggio logistico; se per settimane l’assessore Diodati ha continuato a ripetere lo stesso stonato ritornello, giurando e spergiurando di non avere risorse; se entrambi hanno continuato a mantenere la barra dritta, anche dinanzi all’annullamento della manifestazione; se è vero tutto questo, com’è possibile che ora siano sbucati fuori dal nulla ben 10mila euro, che non sono proprio due bruscolini, regolarmente assegnati all’avento? Più che dal nulla, quella somma è semplicemente stata prelevata dal fondo di riserva, teoricamente destinato a coprire le emergenze, come un’esondazione improvvisa o una frana o comunque una situazione che richiede un intervento contingibile e urgente".

"Sicuramente non è il caso del Trofeo Matteotti, la cui spesa doveva essere semplicemente inserita nel bilancio di previsione, essendo un evento sportivo fisso, ma all’improvviso, comunque, il sindaco Alessandrini si è accorto che, in fondo, i soldi c’erano e ha attinto dal fondo di riserva, prelevando, peraltro, 23mila euro complessivi, ovvero i 10mila per il Trofeo Matteotti, altri 3 mila euro per il Meeting di Atletica leggera intitolato a ‘Cornacchia’, e altri 10mila euro per  attività e manifestazioni sportive non meglio precisate. Su questo punto – ha aggiunto il Capogruppo – andremo sicuramente a fondo per capire perché l’amministrazione Alessandrini abbia volutamente, a questo punto, tentato di boicottare il Trofeo Matteotti pur disponendo delle somme necessarie al suo svolgimento”.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook