Bomba davanti il circolo privato: 18 arresti, perquisizioni e spaccio di droga

| di La redazione
| Categoria: Cronaca
STAMPA

I Carabinieri, in una vasta operazione condotta in seguito ad un'inchiesta del 2015, hanno eseguito, questa mattina 18 arresti.

Le forze dell'ordine hanno identificato due responsabili dei danni provocati dall’esplosione di un ordigno davanti al circolo privato “El Hueco” di Città Sant’Angelo dello scorso gennaio.

Dietro l’attentato al locale ci sarebbe una  grande attività di spaccio di droga in locali notturni e diversi casi di estorsione. I particolari dell’operazione, completata da numerose perquisizioni. Grazie alle immagini di videosorveglianza, ai tabulati telefonici e alle testimonianze raccolte, i militari dell'Arma sono riusciti a ricostruire la vicenda e ad appurare l'esistenza di una rete di rapporti commerciali fra il gestore di "El Hueco" e i titolari del locale ex "Paradise" poi "El Barrio".

I carabinieri hanno poi scoperto che i rapporti si sono deteriorati e hanno indirizzato l'attivita' investigativa su questo versante, risalendo a Javier Juan Nunez,44 anni, ritenuto responsabile della deflagrazione avvenuta nei pressi di "El Hueco". Sono finite in carcere cinque persone per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Ai domiciliari invece sono Javier Juan Nunez,' coinvolto nell'esplosione davanti al pub, e un 61enne per l'attivita' di spaccio. Nell'ambito delle indagini del Nor di Penne (Pescara) sono stati eseguiti 4 obblighi di dimora, 3 arresti con collocamenti in comunita' e 6 misure di permanenza presso l'abitazione familiare. Sempre per lo stesso filone di indagini recuperati  730 grammi di droga e 1000 euro in contanti. 

La redazione

Contatti

redazione@ww.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK