Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Gli studenti pescaresi protagonisti di una sfida internazionale

Il “Super Lettore Europeo” prende forma

Condividi su:

Nel corso della mattinata di ieri gli studenti degli istituti pescaresi  ITCG ‘Aterno – Manthonè’, IPSSAR ‘De Cecco’ e IPSIAS ‘Di Marzio – Michetti’ si sono “aperti” all’Europa e sono stati protagonisti di una sfida dal sapore internazionale. Si tratta del Super European Readers, un progetto che li ha portati a misurarsi con i loro colleghi polacchi, spagnoli, portoghesi ed inglesi. 

Dalle ore 9, 15 nell’Aula Magna dell’Aterno – Manthonè si è tenuto il Kick-Off Meeting del Partenariato Strategico, durante il quale è stato illustrato il progetto agli studenti delle tre scuole partecipanti, che hanno avuto inoltre l’opportunità di conoscere via Skype i rappresentanti degli alunni delle altre scuole europee coinvolte. Il Super Lettore Europeo è stato valutato come il primo partenariato in Italia con 98 punti su 100 perché mira a sostenere tutti i candidati dell’Erasmus+ e a promuovere la cooperazione tra scuole italiane ed europee per la costruzione di alleanze culturali, sviluppare attività didattiche innovative attraverso l’uso di tecnologie e incentivare la mobilità degli studenti per apprendere le lingue e fare nuove esperienze.

I S.E.R, ovvero i 12 vincitori delle gare di lettura di istituto, parteciperanno in  Inghilterra alla sfida finale tra i super lettori ed ogni studente può potenzialmente diventare super lettore in L1 e L2 (inglese e spagnolo) e conquistare il titolo e  la patente.

Con la consapevolezza che circa un quinto degli studenti italiani è sotto la soglia delle competenze minime necessarie per poter fare della lettura un’attività funzionale, sono state organizzate attività in modo da porre anche gli studenti meno predisposti alla lettura al centro del processo di apprendimento, rendendoli protagonisti e partecipanti attivi. Sono sostenuti e finanziati dall’Europa, che mira a favorire l’interculturalità e una crescita dei giovani intelligente e sostenibile.

Condividi su:

Seguici su Facebook