Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Omicidio Maxim Maravalle: dopo l'interrogatorio convalidato l'arresto del padre

Massimo Maravalle ha confermato l'utilizzo del cuscino, usate entrambe le mani

la redazione
Condividi su:

Dopo i funerali del piccolo Maxim Maravalle, oggi c'è stato l'interrogatorio, durato 45 minuti,di Massimo Maravalle accusato di aver ucciso il figlio Maxim di soli 5 anni.

L'uomo, al quale è stato convalidato l'arresto, ha confermato nuovamente di aver ucciso il figlio con un cuscino utilizzando entrambe le mani, una sul naso l'altra sulla bocca.

L'avvocato di Maravalle, Alfredo Forcillo, ha richiesto un incidente probatorio per accertare se al momento del fatto Maravalle fosse in grado di intendere e volere.

"Il mio assistito - spiega Forcillo - ha confermato quello che si sapeva già e ha di nuovo confessato di aver ucciso lui il figlio forse per un delirio riconducibile alla sua malattia che era ben controllata fino a quando ha preso i farmaci; medicinali che poi ha smesso di prendere autonomamente e senza dire niente a nessuno perché questi farmaci lo indebolivano e lo facevano star male e una volta che ha smesso di prenderli, non ha saputo gestire più evidentemente questi pensieri deliranti che gli facevano ritenere che ci fossero complotti che potevano provocare al figlio torture e cose di questo genere".

Il gip ha fissato al prossimo 24 luglio il conferimento dell'incarico per l'incidente probatorio.

Condividi su:

Seguici su Facebook