Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Si chiude con un grande successo la prima settimana di appuntamenti dell'edizione 2022 di Funambolika

Sold out per sette sere consecutive all'Arena del Porto Turistico Marina di Pescara

redazione
Condividi su:

Chiude sold out la prima settimana di Funambolika, Festival Internazionale del Nuovo Circo, organizzato e promosso dall'Ente Manifestazioni Pescaresi. "Kairos", l'innovativo spettacolo circense del Teatro delle Foglie, ha incantato il pubblico per sette sere consecutive al porto turistico di Pescara. È stato solo il primo spettacolo di quest'anno ed è stato un vero successo, con circa 1500 spettatori paganti nel corso delle sette repliche sotto il tendone. Ogni sera standing ovations e caccia al biglietto per poter assistere agli spettacoli. Dai palati più raffinati a famiglie con bambini, il circo attrae ogni tipo di pubblico.

"È la forza universale del circo" spiega Raffaele De Ritis, fondatore del festival Funambolika, che, come regista e autore, gira il mondo da decenni scovando talenti e realizzando alcuni dei più grandi show del pianeta, dedicando sempre l'estate alla sua creatura pescarese. "Ho potuto creare decine di spettacoli da Las Vegas a Montecarlo – commenta De Ritis- e ho sempre visto che nessuna forma d'arte è trasversale e vincente come il circo, se presentata con immaginazione e meraviglia. Unisce le generazioni e le culture, nell'intimità di un cerchio sotto un tendone".

La compagnia del "Teatro delle Foglie", con una creazione nata durante il lockdown, ha riunito artisti provenienti dall'Italia, dal Belgio, dall'Argentina e dall'Uruguay, incrociando acrobazia, musica e teatro fisico. L'operazione è stata possibile anche grazie alla collaborazione del Marina di Pescara, che con entusiasmo ha accolto il tendone e le roulottes della troupe.

"Siamo entusiasti del pubblico di Pescara - dicono gli artisti del Teatro delle Foglie - per noi il circo è un mezzo di trasformazione sociale, e siamo contenti di aver offerto il nostro modello di vita e la nostra ispirazione a così tanti spettatori".

Per una coincidenza quasi poetica, il circo più nuovo d'Italia ha convissuto due settimane con quello più antico: a pochi metri si trovava infatti il tendone del Circo Lidia Togni, emblema della tradizione. Gli artisti hanno socializzato tra loro, e offerto al pubblico due diverse forme di intendere le arti circensi.

Funambolika giungerà al clou al Teatro d'Annunzio con due appuntamenti di importanza mondiale, entrambe in esclusiva per l'Italia. Il 5 luglio è in programma "Esquive", un sofisticato progetto di acrobazia contemporanea, sostenuto dal Ministero della Cultura Francese, che non mancherà di lasciare col fiato sospeso gli appassionati italiani di circo e danza. L'8 e il 9 luglio andranno poi in scena le due repliche di quello che è forse il momento più atteso: la quattordicesima edizione del Gran Gala du Cirque, che si annuncia favoloso. Lo spettacolo più prestigioso dell'anno raccoglierà novità da tutto il mondo, tra vincitori di talent show internazionali e vincitori dei massimi concorsi circensi del pianeta.

Condividi su:

Seguici su Facebook