Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Da Catignano a Pianella trasporto scolastico con zero controlli

| di Fabrizio D’Anastasio
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Si torna a parlare di Comuni e di gestione scuolabus. Sono sempre più i Comuni che danno in gestione il servizio trasporto scolastico. 
Ma quanti sono i responsabili addetti del servizio nei vari comuni, che vanno a controllare se i capitolati e i disciplinari di gara vengono rispettati? 

Purtroppo, come spesso accade, nessuno si prende la briga di controllare e quindi ci troviamo in comuni come Cepagatti e Pianella, dove i servizi di trasporto scolastico, sono stati dati in gestione a ditte esterne, mediante regolare gara d'appalto, ma nel primo non è stato fatto nessun passaggio di proprietà ai mezzi utilizzati per il servizio, in quanto le targhe sono le stesse dello scorso anno (azione obbligatoria in caso di comodato d'uso come previsto nel disciplinare di gara (art.5)) e nel secondo, è stato dichiarato un mezzo nuovo a metano e invece da più di un anno gira uno scuolabus obsoleto della ditta esterna che già più volte su segnalazione si è giustificata dicendo che il mezzo dichiarato in sede di gara è momentaneamente fuori uso. Per non parlare poi dei piccoli incidenti quotidiani, come ad esempio nel Comune di Farindola, dove addirittura il mezzo della ditta esterna, la medesima che ha il servizio anche a Pianella, ha urtato un balcone, provocando danno al mezzo e spaventato i bambini che erano a bordo. Se poi vogliamo segnalare anche comuni come Catignano e Collecorvino, dove da anni, senza regolare gara d'appalto, viene fatto il rinnovo di contratto, sempre alla medesima ditta, senza comparazione di altri preventivi, nonostante la manifestazione d'interesse presentata da altre ditte per essere convocate in caso di gare o affidamenti diretti, la situazione è grave. Regole non rispettate o rispettate parzialmente e zero controlli. Soprattutto in tempo di COVID, c'è anche da segnalare che poche sono le ditte che effettuano la sanificazione giornaliera dei mezzi e calcolando l'aumento dei contagi in Abruzzo, questa sarebbe una cosa che i responsabili di servizio nominati dai comuni, dovrebbero controllare. Insomma. Quello che chiediamo sono più controlli. Sottolineo inoltre che i fatti descritti in quest'articolo, sono consultabili sui siti dei vari comuni nominati, dove nella voce Bandi Gare e Contratti, è possibile visionare i documenti. Sottolineo inoltre che questo articolo è scritto non per denunciare le ditte che hanno in appalto il servizio trasporto scolastico (di cui come potete notare non sono stati fatti i nomi), nè tantomeno i Comuni nominati, poiché comprendiamo che le Amministrazioni Comunali poco c'entrano.

Quello che chiediamo è un maggiore controllo da parte dei responsabili di servizio dei vari comuni, ai segretari comunali addetti all'organizzazione delle gare e a chiunque debba occuparsene, perché il rispetto delle regole è importante!

Fabrizio D’Anastasio

Contatti

redazione@ww.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK