Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Marzio Carrara: con Boost Bergamo diventa capitale della stampa su carta

Condividi su:

Marzio Carrara è un nome noto ormai a moltissimi, ma per chi non lo conoscesse si tratta di un imprenditore che rappresenta un vero e proprio modello nel panorama italiano. Grazie ad una serie di acquisizioni strategiche ed azzeccate infatti, Carrara è riuscito nel giro di alcuni anni a trasformare l’azienda di famiglia in una società che adesso si può dire a tutti gli effetti leader mondiale nel settore della stampa su carta.

L’impresa che ha compiuto questo straordinario imprenditore non è certo stata semplice e dobbiamo riconoscere che solo con una grande dose di coraggio era possibile raggiungere tali risultati. Eppure Marzio Carrara ce l’ha fatta e ha vissuto in prima persona un’ascesa ai massimi livelli. La società di famiglia, ossia la CPZ, è diventata grazie a questo imprenditore una realtà che si è saputa sviluppare in modo straordinario e che oggi, dopo una serie di acquisizioni strategiche, è ritornata ad essere completamente italiana. Si trova a Bergamo e non si chiama più CPZ ma Boost: un nome scelto da Marzio Carrara proprio per indicare la spinta, l’accelerazione verso il futuro che ha portato all’attuale successo e che porterà a quelli futuri.

Boost: leader nella stampa su carta a Bergamo

La Boost oggi è un’azienda leader a livello internazionale per quanto riguarda il settore della stampa su carta ma anche digitale. Se infatti in origine la società era specializzata nella produzione di agende e calendari, oggi si guarda ancora di più anche al settore digital che rappresenta il futuro. Marzio Carrara in questo si è dimostrato lungimirante, oltre che un imprenditore che sa il fatto suo e che ha saputo rischiare quando era il momento giusto per farlo.

Le operazioni che hanno condotto la CPZ a diventare Boost sono state diverse e hanno interessato diverse realtà imprenditoriali. Un po’ alla volta, passo dopo passo, Marzio Carrara ha acquisito tutte le società più rinomate e in vista del settore fino ad arrivare ai risultati che oggi possiamo tutti constatare. La Boost è adesso un’azienda sana e florida, che conta migliaia di dipendenti e che non si è ancora fermata. Lo sguardo ora è rivolto al futuro, al miglioramento che è continuo e all’espansione che sembra non arrestarsi mai.

Uno sguardo al futuro: un’azienda innovativa

Adesso che è leader nel settore e che non conta molti rivali in Italia, la Boost ha ottenuto anche la certificazione FSC, fondamentale per le aziende che lavorano nel settore della carta. Questo marchio infatti attesta l’utilizzo di prodotti provenienti da foreste gestite rispettando rigorosi standard ambientali, economici e sociali. Questo è un ulteriore passo verso l’innovazione, la ricerca di materie prime che siano in linea con i principi dell’eco-sostenibilità.

La Boost quindi non si limita alla realizzazione di prodotti di alta qualità, in grado di rispondere alle esigenze di una clientela diversificata. Si pone come un’azienda che sa guardare al futuro e all’etica, cercando di volgere sempre il proprio sguardo verso il domani e le richieste di un mercato in continuo mutamento e sviluppo. Un’azienda leader quindi, che però non si è ancora fermata.

Condividi su:

Seguici su Facebook