L'Ipssar De Cecco in rivolta." Vogliamo veder garantito il nostro diritto allo Studio"

La protesta indetta stamane al comune ha visto gli studenti dell'istituto alberghiero a dialogo con il sindaco Alessadrini

| di Sara Gerardi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Non accenna a finire il tormentone "Ipssar De Cecco", l'istituto alberghiero ex Aterno, dall'anno scorso sotto la lente di ingrandimento della provincia e del comune. Come noto infatti l'anno passato la fatiscenza dell'edificio di via Dei Sabini e l'usura hanno fatto si che crollasse parte dell'intonaco in alcune aule, che sono state così dichiarate inagibili. Da allora è iniziato il calvario per molti studenti: dapprima infatti le classi sono state divise e opitate nei locali di altri istituti della città, in attesa dei lavori che nel frattempo la provincia ha assicurato, ma l'ultima ipotesi prospettata ha del "clamoroso" secondo gli studenti: l'accorpamento con l'istituto agrario di Cepagatti.

Per questo stamane davanti al comune tantissimi studenti con i loro docenti, muniti di megafono sono scesi a Piazza Italia davanti provincia e comune per manifestare il loro diniego e rifiuto a tale ipotesi. A colloquio con gli esponenti del corpo studentesco il sindaco Alessadrini che ha assicurato che ci sarebbe stata la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario per dare voce ai rappresentanti degli studenti, ai docenti, ai genitori, ai sindacati e confcommecio.Un'ipotesi perpetrata sarebbe la proposta di una sistemazione provvisoria nei locali dell’Ex Colonia Stella Maris di Montesilvano.

Sara Gerardi

Contatti

redazione@ww.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK