Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

I costruttori di imbarcazioni in Abruzzo tra '800 e '900

A Pescara, non ancora unificata, c'erano 8 costruttori

Condividi su:

Nel 1915, il teramano Gino Albi, comandante del porto di Sestri Ponente, pubblicava a Casalbordino con il tipografo editore Nicola D'arcangelo la monografia "L'Abruzzo Marittimo". L'opera è dedicata ad Augusto Vittorio Vecchi, maestro dell'arte navale e autore di "Bozzetti di vita di bordo" e di altri scritti sul mare. A Vittorio Vecchi e alla sua famiglia si deve anche la fondazione della cartiera di Loreto Aprutino, della quale rimane memoria in un quartiere di Loreto, posto a km. 3.87 dal centro urbano detto "cartiera".

Vuoi maggiori informazioni sulla cartiera di Loreto Aprutino? Leggi qui l'approfondimento sulla cartiera.

Il comandante Albi affronta i problemi della marineria abruzzese e delle relative coste e porti con profonda competenza. Nella seconda parte della sua monografia Albi fa precisi riferimenti ai costruttori di " barche per la pesca ed il piccolo traffico" e riporta i dati di una Commissione D'inchiesta relativi alle "barche di legno" costruite in Abruzzo nel 1886.

Condividi su:

Seguici su Facebook